Caponata di melanzane

Yields: 5 Servings Difficulty: Easy Prep Time: 30 Mins Cook Time: 30 Mins Total Time: 1 Hr

Caponata di melanzane è uno dei contorni più amato dai noi siciliani, e non solo.

Una ricetta povera della tradizione siciliana che conquista davvero tutti.

La caponata di melanzane è un contorno molto versatile, infatti la sua preparazione é sempre differente da città in città, ma anche da casa in casa, ognuno aggiunge o toglie qualcosa.

Quello che non può essere assolutamente  cambiata, però, è la nota agrodolce data dall´ aceto e dallo zucchero.

Un contorno caratterizzato da un sapore deciso e coinvolgente.

La caponata di melanzane può anche essere servita come antipasto o aperitivo su crostini di pane rigorosamente siciliano.

Nel antichità però i contadini o i pastori  la mangiavano come piatto unico accompagnando la caponata di melanzane ad una vastedda di pane. Infatti era la schiscetta preferita di una volta.

Si tratta di un insieme di ortaggi fritti (per lo più melanzane), conditi con sugo di pomodoro, sedano, cipolla, olive e capperi, in una salsa agrodolce. Ne esistono numerose varianti, a seconda degli ingredienti.

Si narra che il nome derivi da  “capone”, nome con il quale in alcune zone della Sicilia viene chiamata la lampuga, un pesce dalla carne pregiata ma piuttosto asciutta che veniva servito nelle tavole dell’aristocrazia condito con la salsa agrodolce tipica della caponata. Il popolo, non potendo permettersi il costoso pesce, lo sostituì con le economiche melanzane.

Vi consiglio di utilizzare per la frittura sempre padelle dal fondo alto e spesso almeno due centrimetri, distribuiscono meglio il calore e meno rapidamente.

Spero che anche questa ricetta vi sia utile, vi ricordo che qui in alro trovate anche la video ricetta dove spiego tutti i passaggi.

Vi ricordo inoltre, che mi trovate anche su Instagram, Pinterest, Facebook e su telegram dove potete chattare in tempo reale con me per qualsiasi consiglio sulle ricette.

Un abbraccio Laura

 

 

 

Ingredients

0/15 Ingredients
Adjust Servings

Instructions

0/15 Instructions
  • per pima cosa lavate e tagliate le verdure: 👉 le melanzane a cubettoni e cospargetele con un pochino di sale, lasciate colare dentro un colapasta per almeno mezz'ora cosi che perdano l'amaro, risciacquate e asciugate bene con un canovaccio pulito 👉 i peperoni a pezzetti, 👉il sedano privatelo della parte filamentosa e fatelo a pezzetti, 👉la cipolla a rondelle sottili, le olive versi a metà, 👉 le patate a quadrotti e lavatele in abbondante acqua fredda cosi che perdano amido in eccesso, asciugatele con un canovaccio pulito e mettetele da parte
  • Iniziate a fare bollire in un pentolino abbondante a acqua, quando arriverà al bollore inserite il sedano e fatelo cuocere tra i 6 e i 7 minuti, colate e mettete da parte due - tre mestoli di acqua di cottura
  • sciogliete lo zucchero nell´ aceto di vino bianco e unite anche i due mestoli di acqua di cottura del sedano, e mettetelo da parte
  • in un altra pentola aggiungete 2 cucchiai di olio extravergine di oliva fate appassire la cipolla a fiamma media per 5 minuti
  • una volta che la cipolla si è ammorbidita aggiungere il concentrato di pomodoro e fate tostare insieme alla cipolla per 3 minuti
  • aggiungete anche il sedano e fate rosolare a fiamma medio alta per 2 minuti
  • sfumate il tutto con la miscela di acqua di cottura del sedano zucchero e aceto, e lasciate sobbollire per 1-2 minuti
  • inserite la passata di pomodoro e aggiustate di sale e pepe, coprite e lasciate cuocere per 30 minuti mescolando di tanto in tanto a fiamma medio bassa
  • quando sarà cotto il nostro sughetto, togliamo dal fuoco e aggiungiamo le olive i capperi e il basilico fresco spezzettando con le mani. Nel frattempo andiamo a friggere i nostri ortaggi
  • in una padella abbastanza capiente andiamo a mettere abbondante olio extravergine di oliva, circa un centimetro dal fondo e portiamolo a 180-190 gradi
  • e iniziamo a friggere prima i peperoni per 5-6 minuti, devono rimanere croccanti, colateli su carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso
  • una volta che i peperoni sono pronti friggete anche le melanzane, anche queste devono essere ben dorate ma ancora croccanti, fate la prova con i rebbi di una forchetta, colatele su carta assorbente per farle perdere olio in eccesso
  • se decidetete di mettere anche le patate come ho fatto io, friggete anche queste ultime e fate sempre la prova con i rebbi di una forchetta per verificare chi siano cotte ma ancora croccanti, colate le patate su carta assorbente
  • inserite tutte le verdure o ortaggi all 'interno di una ciotola capiente, mescolatele e aggiungete anche il sughetto amalgamando bene il tutto
  • lasciate raffreddare e servite , buon appetito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *