pane cucciddatu
pane e panini ricette facili RICETTE SICILIANE

U Cucciddatu, Pane tipico Siciliano

video ricetta

U CUCCIDATTU, (ciambella) ” U pani di casa ” (il pane fatto in casa), così noi lo chiamiamo, è il pane dei ricordi, il pane delle domeniche in campagna, è il pane dei nonni, il pane che non ti stanca mai. Buono da solo, ottimo come accompagnamento, meraviglioso tagliato a metà appena sfornato e condito con olio, sale e pepe, per diventare così il tradizionale ” pani cunzatu” ( pane condito) . 

U pani co bucu ´ndo menzu (pane con il buco al centro) è  fragrante e con una crosta croccante! Buono anche senza niente perché è saporito, vi consiglio di degustarlo solo con dell´olio extravergine d’oliva di quello buono però.

U cuccuddatu si trova generalmente in pezzature da un kilo o da mezzo kilo, è fatto di sola farina di semola di grano duro, solitamente cotto in forno a legna, dove magari ci vanno bruciate anche  le bucce e i gusci delle mandorle che danno un profumo unico. Ma  vi assicuro che anche nel forno di casa, usando una pietra refrattaria il risultato sarà soddisfacente e anche un giorno o due dopo lo troverete ottimo!!!

In origine u cucciddratu veniva impastato in casa dalle massaie, mamma, mogli, nonne che si dedicavano completamente alla famiglia, gli ingredienti alla basa di questo meraviglioso pane,pezzo di storia per me, sono acqua , farina di semola di grano duro, criscenti (lievito madre) e sale. La mia versione è pero con il lievito di birra, ma vi assicuro che una volta che lo avete assaggiato non ne potrete più fare a meno.

Se vi piacciono le mie ricette e le rifate, vi ricordo che potete inviarmi le foto su istagram, Pinterest o Facebook.

Per consigli sulle ricette puoi trovarmi anche su Telegram, dove ti rispondo in tempo reale.

Inoltre troverete tutte le mie ricette in versione video sul canale YouTube la cucina del cuore.

Magari possono esservi utili altre ricette di pane e panini.

pane siciliano

Ingredienti per 2 cucciddati di 900 g ciascuno

  • 1150 g di farina di semola di rimacina di grano duro
  • 730 ml di acqua a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaino di miele di acacia o di malto
  • 10 g di lievito di birra
  • farina di semola di rimacina di grano duro per la spianatoia q.b.
  • 20-25 g di sale

Procedimento

  1. Sciogliere il lievito insieme al miele in poca acqua presa dal´ acqua totale, coprite e lasciate fermentare per 20 minuti questa miscela in un posto caldo, io copro con i miei tappi in silicone
  2. setacciare tutta la farina nella ciotola della vostra planetaria o impastate a mano
  3. quindi versiamo la nostra miscela di lievito e miele e acqua nella farina e iniziamo a impastare a velocità 1
  4. Inserire poco alla volta la restante acqua, in questo modo la farina si idraterà meglio
  5. dopo che avete inserito tutta l´ acqua e il vostro impasto inizia a presentarsi più compatto aumentare la velocità della planetaria a 2 e inserire il sale ( ho impastato per 15 minuti
  6. trasferite l´ impasto sulla spianatoia infarinata di semola e formate una palla
  7. coprite con una ciotola e lasciate riposare per 20-30 minuti
  8. riprendete l´ impasto e date un paio di pieghe e lasciate riposare ancora 30 minuti coperti con la ciotola
  9. riprendete l´ impasto e dividetelo in due parti uguali otterrete due cucciati da 900 g ciascuno
  10. fate ancora delle pieghe a ciascun pezzo di impasto, formatelo a forma di palline e lasciatelo riposare ancora 30 minuti
  11. mettete un po’ di farina al centro del vostro impasto e fate con l´ aiuto del palmo della mano, un buco e allargatelo con entrambe le mani
  12. posizionate sulla placca da forno, sistemate la forma e fate quattro tagli a croce con l´ aiuto di un coltello affilato oppure il coltellino adatto per incidere il pane e lasciate lievitare coperti da un canovaccio pulito per 45- 60 minuti

Cottura in forno

Cuocere in forno statico preriscaldato a 230 gradi , mettendo il pane nel ripiano più basso del forno con un pentolino di acqua, cosi da creare umidità nel forno, ci vorranno all´ incirca 35-45 minuti, e rendere il cucciddatu ancora piu croccante all´ esterno e soffice all´ interno.

Se avete la pietra refrattaria usatela riscaldandola prima , il vostro pane diventerà ancora più buono.

Chi siamoLacucinadelcuore

Mi chiamo Laura , nata nell´anno 1984 , nata e cresciuta in Sicilia , in un piccolo paese della provincia di Catania. All´età di 21 ani mi sono trasferita in Germania dove vivo con la mia famiglia , mio marito e i miei figli, amo cucinare e specialmente preparare dolci e lievitati.

5 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow me