danubio salato affogato
ricette dal mondo ricette facili

Danubio salato affogato senza impasto e senza burro

Video ricetta

Il danubio affogato salato, così l´ho chiamato, è una di quelle ricette dalle quali non sai cosa aspettarti, qualche tempo fa l´ho vista sul web e mi sono incuriosita tantissimo, prima di farlo però è passato quasi un anno, perché non mi convinceva del tutto.

Danubio salato affogato

L´altra sera, poi, per essere più precisa, la prima domenica di avvento mi sono decisa di preparalo per la cena perche avevo ospiti e volevo stupirli con un antipasto scenico, ed ecco che mi è tornata in mente la visione di questo impasto che poi avrei dovuto cuocere affogato da una salsa.

Ho fatto centro, i miei amici erano entusiasti e io 😄 felicissima.

Poi mentre lo mangiavo e assaporavo mi sono venute mille altri idee, e pensavo: ma se lo faccio pure dolce, oppure, avrei potuto variare con i ripieni, si credo che mettere all´interno dei ripieni diversi sia ancora più entusiasmante, cosi che i vostri ospiti avranno sempre l´effetto sorpresa, perché non sapranno mai cosa aspettarsi.

Provatelo a fare anche voi e servitelo come centro tavola delle feste come antipasto o se fate le palline più piccole anche come aperitivo, oppure preparatelo in versione dolce , con un ripieno golosissimo di nutella o di crema pasticciera, e diventerà la colazione più bella insieme alle vostre famiglie.

Ingredienti che ci occorrono per un danubio grande di 40 cm di diametro sono:

Per l impasto:

  • 700 g farina 00
  • 300 ml latte
  • 1 cucchiaio di zucchero semolato
  • 10 g di lievito di birra
  • 100 ml di acqua a temperatura ambiente
  • 110 ml olio di semi di girasole
  • 15 g di sale
  • q.b. pepe

Procedimento per l´impasto

  1. sciogliere il lievito nel latte e lo zucchero
  2. aggiungiamo i liquidi e poi la farina e impastiamo con il cucchiaio di legno
  3. aggiungiamo anche il sale e il pepe lavoriamo sulla spianatoia per un paio di minuti
  4. copriamo con pellicola trasparente e lasciamo lievitare fino al raddoppio nel forno spento con la luce accesa

per la salsina:

  • 150 g di formaggio quark oppure yogurt greco 10% grassi, oppure smettano
  • 100 ml di latte
  • 1 uovo misura L
  • noce moscata q.b.

Procedimento per la salsa:

  1. facciamo la salsa mescolando tutti gli ingredienti insieme
  2. mettiamo in frigo

Per il ripieno:

  • 230 g di formaggio feta
  • 600 g di spianaci congelato
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio di aglio in camicia
  • sale q.b
  • pepe q.b

Procedimento per il ripieno di spianaci

  1. mettere un filo di olio di oliva con l aglio in camicia
  2. inserire gli spianaci e fateli soffriggere
  3. quando sono cotti fateli colare su di un colino a maglie strette cosi che perde i liquidi in eccesso, e fatelo raffreddare
  4. tagliare il formaggio feta a quadratini

Per la superficie

  • 1 uovo sbattuto
  • semini a piacere

formiamo il Danubio salato affogato

  1. riprendiamo l´impasto e formiamo delle palline da 70 g ciascuno
  2. e facciamole riposare 10 minuti
  3. prepariamo il nostro cerchio contenitivo oppure fatelo nella forma che volete e spruzzate con dello staccante spray o ungete di olio
  4. quindi prendiamo le palline le schiacciamo sulla mano e mettiamo il ripieno e richiudiamo bene fissando bene i bordi
  5. disponetele tutte e versate la salsa su tutta la superficie
  6. mettete anche l ´uovo sbattuto con l aiuto di un pennelloe i semini vari
  7. mettere in forno statico a 180 gradi per 35 minuti , poi togliamo lo stampo e lo facciamo cuocere ancora per 15- 20 minuti
pane cucciddatu
pane e panini ricette facili RICETTE SICILIANE

U Cucciddatu, Pane tipico Siciliano

video ricetta

U CUCCIDATTU, (ciambella) ” U pani di casa ” (il pane fatto in casa), così noi lo chiamiamo, è il pane dei ricordi, il pane delle domeniche in campagna, è il pane dei nonni, il pane che non ti stanca mai. Buono da solo, ottimo come accompagnamento, meraviglioso tagliato a metà appena sfornato e condito con olio, sale e pepe, per diventare così il tradizionale ” pani cunzatu” ( pane condito) . 

U pani co bucu ´ndo menzu (pane con il buco al centro) è  fragrante e con una crosta croccante! Buono anche senza niente perché è saporito, vi consiglio di degustarlo solo con dell´olio extravergine d’oliva di quello buono però.

U cuccuddatu si trova generalmente in pezzature da un kilo o da mezzo kilo, è fatto di sola farina di semola di grano duro, solitamente cotto in forno a legna, dove magari ci vanno bruciate anche  le bucce e i gusci delle mandorle che danno un profumo unico. Ma  vi assicuro che anche nel forno di casa, usando una pietra refrattaria il risultato sarà soddisfacente e anche un giorno o due dopo lo troverete ottimo!!!

In origine u cucciddratu veniva impastato in casa dalle massaie, mamma, mogli, nonne che si dedicavano completamente alla famiglia, gli ingredienti alla basa di questo meraviglioso pane,pezzo di storia per me, sono acqua , farina di semola di grano duro, criscenti (lievito madre) e sale. La mia versione è pero con il lievito di birra, ma vi assicuro che una volta che lo avete assaggiato non ne potrete più fare a meno.

Se vi piacciono le mie ricette e le rifate, vi ricordo che potete inviarmi le foto su istagram, Pinterest o Facebook.

Per consigli sulle ricette puoi trovarmi anche su Telegram, dove ti rispondo in tempo reale.

Inoltre troverete tutte le mie ricette in versione video sul canale YouTube la cucina del cuore.

Magari possono esservi utili altre ricette di pane e panini.

pane siciliano

Ingredienti per 2 cucciddati di 900 g ciascuno

  • 1150 g di farina di semola di rimacina di grano duro
  • 730 ml di acqua a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaino di miele di acacia o di malto
  • 10 g di lievito di birra
  • farina di semola di rimacina di grano duro per la spianatoia q.b.
  • 20-25 g di sale

Procedimento

  1. Sciogliere il lievito insieme al miele in poca acqua presa dal´ acqua totale, coprite e lasciate fermentare per 20 minuti questa miscela in un posto caldo, io copro con i miei tappi in silicone
  2. setacciare tutta la farina nella ciotola della vostra planetaria o impastate a mano
  3. quindi versiamo la nostra miscela di lievito e miele e acqua nella farina e iniziamo a impastare a velocità 1
  4. Inserire poco alla volta la restante acqua, in questo modo la farina si idraterà meglio
  5. dopo che avete inserito tutta l´ acqua e il vostro impasto inizia a presentarsi più compatto aumentare la velocità della planetaria a 2 e inserire il sale ( ho impastato per 15 minuti
  6. trasferite l´ impasto sulla spianatoia infarinata di semola e formate una palla
  7. coprite con una ciotola e lasciate riposare per 20-30 minuti
  8. riprendete l´ impasto e date un paio di pieghe e lasciate riposare ancora 30 minuti coperti con la ciotola
  9. riprendete l´ impasto e dividetelo in due parti uguali otterrete due cucciati da 900 g ciascuno
  10. fate ancora delle pieghe a ciascun pezzo di impasto, formatelo a forma di palline e lasciatelo riposare ancora 30 minuti
  11. mettete un po’ di farina al centro del vostro impasto e fate con l´ aiuto del palmo della mano, un buco e allargatelo con entrambe le mani
  12. posizionate sulla placca da forno, sistemate la forma e fate quattro tagli a croce con l´ aiuto di un coltello affilato oppure il coltellino adatto per incidere il pane e lasciate lievitare coperti da un canovaccio pulito per 45- 60 minuti

Cottura in forno

Cuocere in forno statico preriscaldato a 230 gradi , mettendo il pane nel ripiano più basso del forno con un pentolino di acqua, cosi da creare umidità nel forno, ci vorranno all´ incirca 35-45 minuti, e rendere il cucciddatu ancora piu croccante all´ esterno e soffice all´ interno.

Se avete la pietra refrattaria usatela riscaldandola prima , il vostro pane diventerà ancora più buono.

ricette ricette di natale ricette facili RICETTE SICILIANE

Arancine di Santa Lucia -Arancine dolci con ricotta e cioccolato

Video ricetta

L arancina o arancino è una specialità siciliana molto conosciuta in tutto il mondo, diciamo che è lo street food Siciliano per eccellenza.

Si tratta di una palla o di un cono di riso impanato e fritto, del diametro di 8–10 cm, farcito generalmente con ragù, piselli e caciocavallo, oppure dadini di prosciutto cotto e mozzarella. Il nome deriva dalla forma originale e dal colore dorato tipico, che ricordano un’arancia, ma va detto che nella Sicilia orientale gli arancini hanno più spesso una forma conica, per simboleggiare il vulcano Etna.

Non tutti sanno , però, che esiste anche una versione dolce delle arancine, quelle che si preparano per la festa di Santa Lucia, un abitudine per lo più delle persone di Palermo e di Trapani.

Sono delle frittelle di riso, dal sapore intenso e imbattibile, il ripieno originariamente era di ricotta di pecora e cannella, ma oggi, ne esistono diverse varianti golose, con la ricotta , con la crema bianco mangiare , con ricotta e gocce di cioccolato, oppure ancora con l´aggiuta di canditi di arancia, ovviamente se ancora non lo avete fatto vi consiglio di provarle , sono la fine del mondo.

Arancini di riso dolci
Origini
Luogo d’origine Italia
RegioneSicilia
Zona di produzioneSiciliaReggio Calabria
Dettagli
Categoriadolce
RiconoscimentoP.A.T.
SettoreProdotti della gastronomia

Gli ingredienti per 12 Arancine del diametro di 5-6 cm sono:

per cuocere il risopp
250 g di riso ricco di amido e a chicchi piccoli e tondi500 g di ricotta1,5 l di olio di semi di girasole
40 g di zucchero semolato160 g di zucchero semolatopentola stretta e con i bordi alti
bacca di vanigliaestratto di vaniglia (opzionale)
720 Ml di Latte50 g di gocce di surrogato di cioccolato (ovvero gocce che non si sciolgono con le alte temperature)
70 g di burrocannella (opzionale ma consigliata)
cannella
buccia di limone

Cottura

Friggere in abbondante olio di semi di girasole a 180 gradi, le arancine devono cuocere immerse completamente nell´olio.

Trovera il procedimento spiegato passo dopo passo nella video ricetta qui di seguito

cucina ricette ricette dal mondo ricette facili Senza categoria

Le mitiche Berliner- o krapfen

La Berliner o Il krapfen è un dolce tedesco, in Germania del nord conosciuto come Berliner Pfannkuchen o più semplicemente Berliner. È un dolce a forma di palla appiattita prevalentemente dell’Europa Centrale fatta di pasta lievitata dolce, nelle ricette tradizionali fritta, con una marmellata di riempimento e di solito zucchero a velo o normale zucchero sopra. Il riempimento viene iniettato con una grossa siringa da pasticciere appena la pastella è fritta.

La parola krapfen deriva dall’antico tedesco krafo (gancio, artiglio), poi divenuto nella lingua gotica krappa e graffa nei dialetti napoletano e siciliano. Il nome fa riferimento a una ipotetica forma originale allungata del dolce.[10]

Esiste inoltre una tarda ipotesi, che farebbe derivare dal nome di Cäcilie Krapf, una pasticcera viennese che verso la fine del Seicento sostenne di aver inventato questi dolci.[11], tuttavia l’uso del termine krapfen è attestato, come riportato sopra, fin dal 1485.[5]

In Europa ha diversi nomi tra cui Berliner Pfannkuchen o Berliner Ballen in Germania, fánk in Ungheriabola de Berlim in Portogalloberliininmunkki in Finlandiaסופגניה in Israelekobliha nella Repubblica Cecašiška in Slovacchiaberlinesas in Messicoberlinerbolle in Norvegiabola de fraile in Argentina, e bismark in Canada e parti degli Stati Uniti d’America, e pączek in Polonia.

In particolare in Austria e in Alto Adige viene solitamente chiamato Faschingskrapfen, letteralmente “krapfen del carnevale”

Berlinesi
Origini
Luogo d’origine Germania
Zona di produzionetutto il territorio
Dettagli
Categoriadolce
RiconoscimentoP.A.T.
Settorepaste fresche e prodotti della panetteria, della biscotteria, della pasticceria e della confetteria
Ingredienti principalifarina
latte
burro
zucchero
uova
marmellata

Ingredienti che ci occorreranno sono:

  • 500 g di farina 00 ( con 11 g di proteine vi consiglio la Barilla )
  • 110 g di Margarina (utilizzate una di una marca buona)
  • 150 Ml di latte a temperatura ambiente,
  • 25 g di lievito di birra o meno se avete più tempo a disposizione
  • 40 g di zucchero, più quello per cospargerle,
  • 120 g di uova intere (2 uova circa),
  • 40 g di tuorli (2 tuorli),
  • zucchero a velo q.b.
  • marmellata q.b.
  • o crema o nutella o quello che più preferite
  • olio dim semi per friggere

Cottura, frittura

Friggere ad una temperatura di 160 massimo 170 gradi, la temperatura dell´olio é molto importante per la buona riuscita delle vostre Berliner

cliccate sulla video ricetta qui di seguito per vedere il procedimento spiegato passo dopo passo

video ricetta

ricette ricette di natale ricette facili RICETTE SICILIANE

Cannolo Siciliano con la ricotta

video ricetta

Il cannolo siciliano è una delle specialità più conosciute della pasticceria italiana o meglio dire siciliana, in tutto il mondo. In origine venivano preparati in occasione del carnevale; col passare del tempo la preparazione ha perso il suo carattere di occasionalità ed ha conosciuto una notevolissima diffusione sul territorio nazionale, divenendo in breve un rinomato esempio dell’arte pasticceria era italiana nel mondo.

Il riferimento del nome è legato alle canne di fiume cui veniva arrotolata fino a pochi decenni fa la cialda durante la sua preparazione; secondo una ipotesi il dolce fu inventato in tempi remoti per festeggiare il carnevale.

Si narra che furono per prime le donne dell`Harm del Castello delle donne del signore dell’allora Qalc ‘at al- Nissa (Caltanissetta) le inventrici della ricetta. In questo luogo, secondo la tradizione tramandata fino a noi, gli emiri saraceni tenevano i propri harem e fu qui che le concubine lo crearono per prime, forse come omaggio vagamente fallico ai propri uomini. 

Si compone di una cialda di pasta fritta (detta scòrza e lunga da 15 a 20 cm con un diametro di 4–5 cm ed un ripieno a base di ricotta di pecora.

Per la scorza, si formano piccoli dischi di pasta (fatta di farina di grano tenero, vino, zucchero e strutto)  che vengono arrotolati su piccoli tubi di metallo e poi fritti, tradizionalmente nello strutto, oggi anche in grassi meno costosi.

Il ripieno tradizionale dei cannoli è di crema di ricotta di pecora setacciata e zuccherata. Al ripieno vengono poi aggiunti canditi e le gocce di cioccolato, ed infine il dolce viene spolverato di zucchero a velo.

Ingredienti per 25 cannolicchi

  • 250 g di farina 00
  • 63 g di semola di rivaccina di grano duro
  • 1 uovo (Misura M)
  • 50 g di strutto
  • 50 g di zucchero
  • 20 g di aceto di vino bianco
  • 77 g di vino rosso
  • 1,5 L di oliolio di semi di girasole per friggere

Per la crema di ricotta

  • 800 g di ricotta di pecora
  • 250 g di zucchero semolato
  • estratto di vaniglia
  • un pizzico di cannella opzionale
  • 80 g di gocce di cioccolato

Cottura

Friggere in abbondante olio di semi di girasole a 180 gradi

Troverete il procedimento spiegato passo dopo passo nella video ricetta

ricette ricette di natale ricette facili

Plum-cake sofficissimo al frullato di yogurt mele e carote

video ricetta

Le cose semplici sono sempre le migliori. Fare colazione con questo plumcake allo yogurt insieme a tutta la famiglia sarà uno dei momenti che preferirete in assoluto.

Oggi per voi ho fatto un plumcake particolare , soffice , buonissimo, partendo da una ricetta glutin free della mia amica *le ricette di Mami che ha realizzato una torta con mele frullate con farina di carote, grano saraceno e mandorle.

Non avendo la possibilità di reperire la farina di carote ho pensato di fare un frullare mele e carote insieme allo yogurt, il risultato è eccezionale.

Ingredienti per uno stampo da 10×30 cm

  • 2 uova della misura L
  • 130 g di zucchero semolato
  • La scorza grattugiata di mezza arancia biologica
  • La scorza grattugiata di mezzo limone biologico
  • Il succo di mezzo limone
  • Estratto di vaniglia
  • Un pizzico di sale
  • 150 g di yogurt magro
  • 1 mela e 1 carota piccola per un peso complessivo di 220 g
  • 80 ml di olio di semi di girasole
  • 75 g di farina di mandorle
  • 170 g di farina 00
  • Una bustina di lievito per dolci

Cottura in forno

Cuocere non forno statico preriscaldato a 180 gradi per circa 40-45 minuti , fate la prova stecchino , se esce asciutto allora il vostro dolce è pronto .

Troverete il procedimento spiegato passo dopo passo nella video ricetta

ricette facili

Filetto di maiale alla Wellington

video ricetta

il Natale, a chi non piace festeggiare il Natale, è la festa più bella ed emozionante dell´anno, quella con più significato, quella ricca di valori, quella che si festeggia ancora in famiglia, mi emoziono al solo pensiero di questa meravigliosa e magica festa. Il giorno in cui nasce il nostro amato Gesú Bambino ❤️ il giorno in cui tutti ci ritroviamo a omaggiare la sua nascita insieme alle nostre famiglie attorno a delle tavole imbandite di ogni ben di Dio.
E questo anno 2019 è stato molto inteso, tramite YouTube ho conosciuto delle persone meravigliose, che piano piano mi sono entravate nel cuore , anche se le conosco solo virtualmente, sono diventati la mia famiglia virtuale.
Noi siamo la famiglia di YouTube e allora visto che non possiamo riunirci personalmente per imbandire una sola tavola per festeggiare il dolce Natale tutti insieme, abbiamo pensato bene di riunirci lo stesso, anche se solo virtualmente e di cucinare tutti insieme per proporvi un menù semplice ma elegante che possa essere alla portata di tutti, pensato alla famiglia e a quella cerchia di persone che si riuniscono attorno ad un tavolo con gioia nel cuore. Abbiamo pensato a voi e vi proponiamo 9 ricette semplici e di gran effetto tra cui
3 antipasti; 2 primi piatti , uno di carne e uno di pesce; 2 secondi piatti , uno di carne e uno di pesce; e due dolci strepitosi. Io, La cucina del cuore insieme alla mia famiglia di YouTube : Ricette e risate in pochi minuti; Misterx; A Casa di Apicio; Akemitica; Seme di Girasole; Le Ricette di Francy74; Irex ai Fornelli; e Pappa in cucina vi auguriamo Buon Natale e Buone 🥳 ❤️❤️❤️

Io ho deciso di preparare Il filetto alla Wellington che  è molto semplice da preparare, ma bisogna tener cura dei vari step di preparazione eseguendoli alla lettera, come per la fase di rosolatura della carne, indispensabile per sigillarne i succhi all’interno.

Io ho preferito un filetto di maiale, ma si può decidere per un filetto di manzo o quello di vitello, la scelta è indicativa ai vostri gusti.

Ingredienti per la pasta brisee

  • 200 g di farina 00
  • 100 g di burro freddissimo
  • 50 g di acqua freddissima
  • Un pizzico di sale

Per la Crema ai funghi

  • 350 g di funghi Champions
  • Timo q. B
  • Sale pepe q. B
  • Una noce di burro

Per il filetto alla Wellington

Ingredienti per 4 persone

  • Un filetto di maiale di circa 500 g
  • Un rotolo di pasta brisee
  • Crema di funghi porcini
  • 250 g di pancia o guanciale di maiale tagliato a fettine non troppi sottili
  • sale e pepe e aromi a piacere

Troverete il procedimento nella video ricetta.

ricette facili

Cassateddi ca ricotta – Ravioli dolci siciliani

video ricetta

Le cassatelle (cassateddi in lingua siciliana) o ravioli dolci, sono dolci tipici della gastronomia siciliana, in particolare della provincia di Trapani, sono una sorta di grandi ravioli dolci, al cui interno vi è un impasto di ricotta di pecora, zucchero, un pizzico di cannella e gocce di cioccolato, che vengono fritte per immersione nell’olio bollente. Io le adoro, provatele a fare anche voi.


Sono una sorta di grandi ravioli dolci, al cui interno vi è un impasto di ricotta di pecora, zucchero, un pizzico di cannella e gocce di cioccolato, che vengono fritte per immersione nell’olio bollente. I origine per l´impasto si usava farina di grano duro, zucchero, olio d’oliva, un cucchiaio di vino Marsala e una grattugiata di scorza di limone. Ma oggi si realizza nella maggior parte dei casi con vino bianco o vermut o martini, io amo l´anice e li ho fatti con il liquore all´anice.

È una produzione tipica Siciliana come tale è stata ufficialmente riconosciuta e inserita nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T) del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf), su proposta della Regione Siciliana.

Ingredienti

  • 500 g di farina 00
  • 2 tuorli della misura L
  • 1 uovo intero misura L
  • 200 g di zucchero semolato
  • La scorza grattugiata di un un arancia
  • Estratto di vaniglia
  • La scorza grattugiata di un limone biologico
  • Mezzo bicchiere di latte
  • Mezzo bicchiere di vino bianco oppure Martini o se vi piace L´ anice come a me utilizzate il liquore all´ anice
  • 50 g di burro

Ingredienti per la crema di ricotta

  • 400 g di ricotta di pecora o se non la trovate di vaccina
  • 160 g di zucchero semolato
  • 60 g di gocce di cioccolato ( adatte per il forno)
  • un pizzico di cannella

Cottura: Fritto

vi servirà 1, 5 l olio di semi di girasole portatelo a 180 gradi e friggetele perper 2-4 minuti

Potete preparare tante cascatelle e prima di cuocerle conservale in congelatore e al momento del bisogno uscirle dal congelatore e lasciarle a temperatura ambiente per mezz’ora e friggerle.

Troverete il procedimento spiegato passo dopo passo nella video ricetta

ricette facili

Biscotti Reginelle siciliane- inciminati- biscotti al sesamo siciliani

video ricetta

Tradizionali biscotti siciliani, le “reginelle” o “inciminati”, sono semplici biscotti croccanti rivestiti completamente di sesamo, classicamente chiamato da noi siciliani cimino o giuggiulena, o in alcune zone della Sicilia ciciulena.
Buoni, friabili, fragranti e vi assicuro, uno tira l’altro.
A Palermo li troverete facilmente in  tutti i panifici.

reginelle

biscotti regina, chiamati anche reginelle, sono biscotti di pasta frolla ricoperti di semi di sesamo, tipici della provincia di Palermo ma diffusi anche in altre province siciliane. In siciliano sono conosciuti come(i  viscotti ca ciciulena)  ovvero biscotti con il sesamo.

Catania, quindi dalle mie parti, questi biscotti sono chiamati sesamini, perché nella città etnea il termine biscotti regina indica un altro tipo di biscotti simile ai biscotti catalani palermitani.

Si prepara la pasta frolla con farina, zucchero, strutto,  un uovo e aggiungendovi un po’ di latte e di ammoniaca. Io ho voluto sostituire lo strutto all´olio di cocco, per renderli più leggeri, e vi devo dire chi ci ho azzeccato. Sono ancora più friabili di quelli realizzati con lo strutto, provare per credere.😋

I biscotti regina sono molto croccanti e si possono mangiare bagnati nel latte, nel tè o in un vino dolce come il marsala o lo zibibbo.

Ingredienti per 25 inciminati

  • 250 g di farina 00
  • 90 g di olio di cocco (o strutto )
  • 75 g di zucchero semolato
  • 1 pizzico di sale
  • 1 uovo della misura M circa 50 g
  • 15 ml di latte
  • estratto di vaniglia

nota bene.

le dosi del latte sono sempre indicative al peso dell´uovo, per le dosi che vi ho dato vanno inseriti 65 g di liquidi , quindi siccome il mio uovo è pesato 50 g io ho aggiunto 15 g o ml ( è la stessa cosa di latte). Se il vostro uovo pesa solo 45 g dovrete poi aggiungere 20 g di latte.

Cottura in forno

Forno statico preriscaldato a 180 gradi per 15 minuti circa

Troverete il procedimento nella video ricetta

ricette di natale ricette facili

Biscotti di Natale friabili (frolla montata)

video ricetta

Deliziosi biscotti di frolla montata pensati per il Natale, ma se preferite cambiando le spezie, potrebbero essere buoni anche per altre occasioni. Veramente buonissimi. Provateli a fare sono veramente facili, vi lasceranno di stucco.

Con questa meravigliosa frolla potrete anche decidere di andare a realizzare delle ottime crostate.

Belli, buoni e profumati in mille gusti….le feste di Natale  sono il momento migliore per dedicare del tempo a preparare tantissimi tipi di biscotti insieme a tutta la famiglia. Basta aggiungere un pizzico di creatività per ottenere non solo dei  biscottini deliziosi da sgranocchiare per merenda, ma anche delle decorazioni a tema con cui abbellire la vostra tavola o, perché no, l’albero di Natale o perché no, anche da regalare ad amici e paranti.

Fare dei regali con le nostre mani farà capire alle persone a cui andrete a regalarli, che avete impiegato del tempo prezioso per loro, questo, secondo il mio modesto parere, vale più di milioni di regali costosi.

Ingredienti per la base

  • 500 g di burro
  • 910 g di farina 00
  • + 110 g di farina 00 (per la frolla alla vaniglia
  • La scorza grattugiata di un limone biologico
  • 230 ml di latte
  • 1 cucchiaio di miele di acacia
  • 500 g di zucchero a velo
  • 4 uova intere
  • Estratto di vaniglia
  • La scorza grattugiata di un‘ arancia biologica oppure aroma all arancia
  • Anice stellato a piacere
  • 2 g di sale
  • 50 g di cacao amaro (per la frolla al cacao)

Per la decorazione

  • 200 g di cioccolato fondente
  • 200 g di cioccolato bianco
  • Granella di nocciole
  • Codette colorate
  • Colorante spray color oro
  • Stelline zuccherini
  • O quello che preferite

Se voleste farli tutti alla vaniglia

  • 500 g di burro
  • 900g di farina 00
  • La scorza grattugiata di un limone biologico
  • 200 ml di latte
  • 1 cucchiaio di miele di acacia
  • 500 g di zucchero a velo
  • 4 uova intere
  • Estratto di vaniglia
  • La scorza grattugiata di un‘ arancia biologica oppure aroma all arancia
  • Anice stellato a piacere
  • 2 g di sale

Se volete farli tutti al cacao

  • 500 g di burro
  • 900 g di farina 00
  • 100 g di cacao amaro
  • La scorza grattugiata di un limone biologico
  • 230 ml di latte
  • 1 cucchiaio di miele di acacia
  • 500 g di zucchero a velo
  • 4 uova intere
  • Estratto di vaniglia
  • La scorza grattugiata di un‘ arancia biologica oppure aroma all arancia
  • Anice stellato a piacere
  • 2 g di sale

Tempo di riposo prima di mettere in forno i biscotti

Per 15 minuti in congelatore o 30 minuti in frigo, cosi che manterranno la forma in cottura.

Cottura in forno

Forno statico preriscaldato a 180 gradi per circa 15 minuti (controllate la cottura perché è soggettiva a ogni forno)

Troverete il procedimento spiegato passo dopo passo nella video ricetta

scrivimi una mail